Posso estinguere la cessione del quinto dopo un anno?

23.04.2021

I miracoli esistono

Può trattarsi di un insperato premio di produzione in ufficio, di un rimborso "pesante" sulle spese mediche effettuate, di un'eredità inattesa, o di qualcosa che a malincuore hai venduto perché non lo usi più, e ne hai ricavato un bel gruzzolo. 

Hai ricevuto un provvidenziale bonifico sul conto, e sei pieno di buoni propositi. Hai deciso di approfittarne per ripianare/estinguere alcuni voci di spesa sospese che ti mettevano ansia e intossicavano i progetti sul futuro.

A cosa dare priorità, però? Alle rate del condominio, a restituire a tuo fratello i soldi che ti ha anticipato per il regalo di vostro nipote...o ad estinguere la cessione del quinto accesa circa un anno fa, all'indomani dell'esplosione della pandemia? 

Per scegliere è necessario valutare in quale dei tre casi è più conveniente pagare una volta per tutte.

Si può estinguere anticipatamente la cessione del quinto?

Il rimborso integrale della somma residua di un qualunque finanziamento è più vantaggiosa in fase iniziale, in quanto, la quota di interessi da pagare è ancora cospicua. 

Anno dopo anno, invece, questi si assottigliano e, parallelamente "dimagrisce" anche l'importo che rimane nelle tasche del cliente; contestualmente bisogna corrispondere alla banca/finanziaria anche una penale proporzionata al capitale residuo (che è ancora considerevole).

Dunque, la risposta è sì. 

Puoi "chiudere" la cessione del quinto dopo un anno, versando l'importo residuo maggiorato di una penale che solitamente ammonta all'1% del capitale restante

Puoi ottenere un rimborso almeno parziale delle commissioni bancarie (se il contratto sottoscritto lo prevedeva), e l'assicurazione vita per la parte di premio non usufruito. 

Le spese di istruttoria e l'imposta di bollo, invece, vanno perse. 


Giuliana Ferri


Ti potrebbe interessare