Come ottenere liquidità dalla propria casa?

18.11.2020

In questo post ti spiego come procedere nel caso in cui abbia bisogno di un prestito immediato e vuoi usare la proprietà immobiliare come garanzia patrimoniale.

Tecnicamente si chiama mutuo liquidità.

In pratica è una forma di finanziamento che prevede una liquidità immediata concedendo come garanzia patrimoniale un immobile di proprietà..

È come un mutuo ma funziona come un prestito.

La richiesta del prestito ha le stesse caratteristiche del mutuo, con ipoteca e stipula dal notaio, ma non prevede l'acquisto di nessuna casa. 

L'importo ottenibile è in media il 50% del valore dell'immobile.

Esempio: se si possiede un abitazione del valore commerciale di 300mila euro, il prestito ottenibile sarà fino a 150mila euro.

Il vantaggio del mutuo liquidità

Innanzitutto, la durata del rimborso arriva fino a 20 anni, mentre un classico prestito di norma non supera i 5 anni, e questo comporta una rata mensile molto più sostenibile.

Inoltre il tasso di interesse è quello di un mutuo.

Se si sceglie il tasso fisso non supera il 2,3% (v.offerte online qui ») mentre con il tasso variabile il tasso d'interesse di partenza è dell'1,3% (v. offerte online qui »).

Dove è possibile richiedere un mutuo liquidità?

Online sono disponibili sia le soluzioni a tasso fisso, sia a tasso variabile.

Per un prestito di 100mila € in 20 anni la rata migliore a tasso Fisso è quella di BNL Bnp-Paribas a 455€/mese.

Per lo stesso importo a tasso Variabile la rata di partenza (il variabile non ha una rata fissa) è la proposta online di Che Banca! a 426€/mese.

di Loredana Maggio


Leggi anche...

Chi è genitore lo sa. La strada per l'indipendenza è lastricata di buone intenzioni, tentativi e incoraggiamenti/spintarelle. Vale a dire aiutini di carattere economico finalizzati a mettere i propri pargoli nelle condizioni di spiccare, gradualmente, il volo.

Può trattarsi di un insperato premio di produzione in ufficio, di un rimborso "pesante" sulle spese mediche effettuate, di un'eredità inattesa, o di qualcosa che a malincuore hai venduto perché non lo usi più, e ne hai ricavato un bel gruzzolo.