Come si calcola il TAEG nei finanziamenti?

27.07.2021

Sei pronto al grande passo, finalmente! Dopo lunga e approfondita riflessione, hai deciso di mettere la parola fine alla tormentata stagione della casa in affitto

Dopo anni scanditi dalla sfiancante routine fatta di annunci da setacciare, contrattazione del canone e trasloco, infatti, hai capito che mai come ora il momento potrebbe essere propizio ad acquistare a condizioni vantaggiose.

A seguito del protrarsi della pandemia, infatti, il mercato immobiliare ha registrato una marcata contrazione della domanda, che, a sua volta, ha determinato un ribasso dei prezzi...e dei tassi d'interesse.

Un mutuo sostenibile, quindi, sembra essere, finalmente, a portata di mano. A patto di sapersi districare tra TAN e TAEG traducendo in informazioni concrete ed utili quelli che, ad un occhio inesperto, appaiono come numeri presi a caso.

Di cosa parliamo quando parliamo di TAN e TAEG

Quando sottoscriviamo un finanziamento o mutuo, i parametri da monitorare sono il Tasso Annuo Nominale ed il Tasso Annuo Effettivo Globale.

Il TAN è la quota percentuale di interessi contenuta nella rata mensile di rimborso. Il TAEG, invece, indica il totale degli interessi pagati sull'importo erogato da banca o finanziaria.

Quest'ultimo pesa maggiormente - ed in modo più significativo - sull'effettiva convenienza di un mutuo, in quanto viene applicato sulla somma ricevuta dal cliente, al netto dei costi di perizia e di accensione del conto corrente.

Se il rimborso del finanziamento avviene tramite rate mensili, la "forbice" tra TAN e TAEG sarà notevole. In caso, invece, di versamenti più diluiti nel tempo, i valori dei due parametri saranno omogenei.

Clicca qui per scoprire qual è il finanziamento più conveniente per te 

Carlo De Rossi



Ti potrebbe interessare