Mi hanno bloccato la carta: e adesso?

10.05.2021

Chi non ha mai sbagliato scagli la prima pietra

Quante persone, dai 30 anni in poi (ma talvolta anche prima) non hanno mai avuto problemi, malintesi e...divergenze con le banche tradizionali?

Può trattarsi di una rata del prestito saltata, di una richiesta di mutuo rigettata, o del saldo in rosso del conto determinato da un'imprevista emorragia di soldi determinata da spese urgenti.

La punizione praticamente certa in ciascuno di questi casi, è la segnalazione a cattivo pagatore

Un tunnel buio da cui uscire è spesso difficilissimo, perché l'iscrizione in Centrale Rischi ti preclude qualunque accesso al credito e, in senso lato, al mondo produttivo e professionale. 

In una parola, la paralisi della vita privata, lavorativa, e sociale. Poco importa, alle banche, che tu abbia la voglia - e le capacità - per rimetterti in gioco.

Il conto corrente negato

Che fare, quindi, se ti trovi in questa situazione, e non puoi far partire un nuovo progetto perché nessun istituto di credito è intenzionato ad aprirti un conto corrente agganciato ad un Iban?

Fortunatamente il mercato delle carte di credito e debito è vasto, ed in ulteriore espansione. 

E ottenerne una, indipendentemente dall'iscrizione in Crif e dalla propria solidità finanziaria, è possibile.

Ad esempio, richiedendo N26 online, a costo zero, ricevi una carta con IBAN agganciata al circuito Mastercard che puoi utilizzare anche tramite App per effettuare bonifici, o per prelevare da ATM a costo zero.

Clicca qui per ricevere N26 

Carlo De Rossi


Ti potrebbe interessare