Quali sono i tassi per la cessione del quinto?

13.07.2021

Il bisogno di liquidità improvvisa e non procrastinabile mal si concilia con la classica trafila burocratica pretesa dalle banche "storiche".

Senza contare che, in caso di pregressa iscrizione nelle black list dei cattivi pagatori, è praticamente impossibile che la richiesta venga accolta

Che fare allora, rassegnarsi a dover bussare alla porta di amici e conoscenti, trovandosi costretti a dare spiegazioni e rinunciare alla propria privacy?

O peggio ancora, qualora tutte queste porte rimangano chiuse, mettersi in mano a soggetti equivoci che offrono prestiti a tassi usurari?

Lavoratori dipendenti e pensionati, per fortuna, possono usufruire di una exit strategy, in virtù della fonte di reddito fissa e documentabile di cui godono. Vale a dire, la cessione del quinto.

Cos'è la cessione del quinto?

È una forma di finanziamento che prevede il rimborso tramite rate mensili trattenute direttamente alla fonte (datore di lavoro, ente previdenziale...), per un importo massimo pari al 20% di stipendio/pensione netta.

...E se non viene completato il rimborso del prestito?

Per tutelarsi da uno scenario caratterizzato dalla perdita del lavoro o dal decesso del pensionato, la legge vincola quest'ultimo alla stipula di una polizza sulla vita.

Onde evitare i rischi connessi al licenziamento o alla chiusura dell'azienda in cui si è impiegati, invece, il richiedente deve sottoscrivere un'assicurazione ad hoc.

Quali tassi vengono applicati sulla cessione del quinto?

Nel periodo compreso tra 1° aprile 2021 e 30 giugno 2021, in base a quanto stabilito dal Decreto 24410 del 29 marzo del Ministero dell'Economia e delle Finanze, i tassi effettivi globali medi sono stati del 7,49% (se la somma finanziata è stata superiore a 15mila euro) e dell'11,20% entro 15mila euro.

Clicca qui per richiedere la cessione del quinto 

Giuliana Ferri



Ti potrebbe interessare