Estate 2023: le 3 carte di debito migliori per viaggiare e risparmiare

04.07.2023

Luglio è un mese di viaggi e partenze e spesso si presenta la necessità di dover gestire al meglio le proprie finanze al di fuori dei confini nazionali.

Sia che si decida di abbandonare la routine per poche settimane o che si facciano vacanze più lunghe, conviene sempre avere delle valide alternative per non incappare in problematiche all'arrivo o durante la permanenza nella destinazione prescelta.

Soprattutto al di fuori dell'Europa, conti e carte tradizionali spesso raggiungono, o addirittura superano, i 5-10 € di commissioni su ogni singolo prelievo, e sui pagamenti in valuta estera si può tranquillamente arrivare a un rincaro del 3% sul tasso di cambio.

È chiaro quindi che queste commissioni possano incidere non poco sul budget a disposizione.

In questo articolo vedremo innanzitutto che aspetti considerare nell'utilizzo di una carta di debito (o anche detta Bancomat, per evitare confusione) e poi elencheremo qual è, secondo la nostra redazione, la TOP 3  delle migliori carte da portare con te durante il tuo girovagare.

Carte di debito per viaggiare: gli aspetti da considerare

Le spese fisse e di gestione del conto

Tutti i costi di mantenimento del conto o della carta quali canone mensile/annuo, spese per operazioni di ricarica, bonifici, apertura conto.

Le commissioni di prelievo

La commissione che si applica nel momento in cui ritiri denaro contante allo sportello. In linea di massima, se la si fa presso la propria banca, la commissione è sempre gratuita, è invece a pagamento se si fa il prelievo presso altri istituti di credito, operazione che può essere estremamente cara soprattutto al di fuori della zona europea.

Commissione di cambio valuta

Questa commissione viene applicata in aggiunta alle commissioni di prelievo nel momento in cui si ritirano contanti al di fuori dell'Europa. La commissione varia in media tra 1,5% –3% dell'importo prelevato o in alcuni casi viene applicata direttamente sul tasso di cambio.

Si deve prestare molta attenzione a questa voce. Molti conti pubblicizzano prelievi senza commissioni quando in verità non è così.

Carte di debito per viaggiare: la nostra TOP 3

1. REVOLUT

La numero 1, così com'è avvenuto in altri casi, è ancora REVOLUT.

Revolut si rivela infatti perfetta per gestire diverse valute e inoltre è possibile aprire il conto in pochi minuti, 100% online.

Non ci sono commissioni per pagamenti con la carta di debito collegata al conto e si possono prelevare fino a 200 euro al mese all'estero, senza alcuna maggiorazione.

Il conto Revolut Standard, anche se esistono le versioni premium con ulteriori vantaggi, è comunque un ottimo punto di partenza perché si ottiene:

  • 1 carta conto Revolut virtuale e gratuita. C'è anche possibilità di ricevere la carta fisica pagando una sola volta 5,99 euro.

  • Il cambio valuta è già presente all'interno dell'app, con limite di 1000 euro, senza commissioni da lunedì e venerdì, e sono presenti oltre 150 valute di tasso interbancario

  • I bonifici sono inoltre gratuiti in più di 30 valute differenti.

2. WISE

Un'altra opzione molto interessante è la carta Wise (ex Transfer Wise) ottima sia per gestire le finanze in viaggio, sia per inviare denaro all'estero.

Con  Wise è possibile ricaricare con decine di valute in pochi secondi, avere un IBAN europeo e, nello stesso tempo, un numero di identificazione bancaria statunitense e un numero di conto del Regno Unito, per ricevere sterline o dollari e utilizzarle in giro per il mondo senza ulteriori commissioni.

Inoltre la carta di debito Wise è appartenente al circuito Mastercard e non prevede alcun abbonamento mensile, anzi, si può ordinare fisicamente al costo di 7 euro, da pagare esclusivamente al momento dell'emissione.

Riassumendo, i vantaggi sono:

  • Conto internazionale con IBAN europeo ed estremi bancari per Regno Unito e Stati UnitiGestione gratuita di oltre 50 valute differenti (yen giapponese, peso messicano, corona danese, franco svizzero, kuna croata e tante altre)

  • Ricezione gratuita di pagamenti da tutto il mondo

  • Carta di debito multivaluta (solo 7 euro per l'emissione)

  • Carta virtuale per acquisti online, gratuita.

  • Commissione di conversione per valute non presenti sul proprio conto, compresa tra lo 0,35% e il 2%.

  • Prelievi da ATM: gratuiti fino a 2 prelievi e fino a 200 euro al mese (oltre i 200 è prevista la commissione di 0,5 cent per ogni prelievo)

Un'opzione molto interessante è poter effettuare il cambio valuta direttamente dall'app di Wise. Ad esempio, se si deve partire per il Giappone, la miglior cosa da fare è aprire un saldo in yen all'interno dello stesso conto. 

Se si hanno 200 euro da convertire, aprendo il saldo sul conto, l'operazione potrà essere effettuata direttamente all'interno dell'app, pagando la commissione di conversione compresa tra lo 0,35 e il 2%.

3. CARTA HYPE

Innanzitutto la Hype è una banca senza filiali, dunque tutte le operazioni si svolgono al 100% online e i prelievi sono completamente gratuiti in area euro fino a 250 al mese.

In caso di valuta diversa invece la commissione è del 3% sull'importo prelevato nel caso di conto Hype Start, che si abbassa all'1% se si ha un account Premium.

Per ottenere la carta fisica, nel caso di Hype, dovrai pagare 9,99 euro una tantum.

Gli ulteriori vantaggi sono il pagamento contactless, il servizio clienti 7 giorni su 7 e la presenza di IBAN italiano.

C'è inoltre da sottolineare che, come già descritto nelle carte con bonus iniziale, la Revolut, con l'apertura di conto standard, prevede un regalo di 25 euro.

Insomma, risparmiare e fare scelte oculate anche in viaggio si può! Avete già scelto quella che fa per voi?Non farti cogliere impreparato ma parti sereno, gestendo al meglio le tue finanze.

Avete già scelto quella che fa per voi?

Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbe interessarti anche...

Comprare casa è sempre una decisione importante e in tanti si chiedono in effetti quale sia la soluzione migliore tra prestito e mutuo. In entrambi i casi ci sono pro e contro da considerare attentamente.

Vendere roba usata su app ormai famose tipo Vinted o Wallapop? Il sentire comune ritiene quest'attività esentasse. Se finora la situazione era un po' più tranquilla, dal 2024 i controlli stanno aumentando sempre di più e in tanti devono fare i conti con le nuove regole.

Cash360 è un blog
Non è un mediatore creditizio e non offre consulenza su prestiti e finanziamenti
Il proprietario di questo sito Web può essere ricompensato in cambio del posizionamento in primo piano di determinati prodotti e servizi sponsorizzati o del clic sui collegamenti pubblicati su questo sito Web. Tale compenso può influire su come e dove i prodotti appaiono su questo sito (incluso, ad esempio, l'ordine in cui appaiono).


Per gli argomenti trattati nel blog, Cash360 non è responsabile per raccomandazioni, sponsorizzazioni e recensioni. Tutti i servizi, i loghi e i nomi delle società citate nel blog sono marchi di fabbrica ™ o registrati® dai rispettivi proprietari.  Il loro utilizzo non significa né suggerisce l'approvazione, l'affiliazione o la sponsorizzazione di o da parte di Cash360 o loro.

Contatti | Informativa Privacy | Informativa Cookie | Gestisci Cookie | Diritti interessati | Idioma Español