Quali documenti richiede Findomestic per concedere un prestito?

19.06.2023

Findomestic, una delle finanziarie dal nome più altisonante nel mondo dei prestiti a consumo, risulta particolarmente quotata nel caso si abbia bisogno di liquidità.

La finanziaria, appartenente al gruppo BNP PARIBAS, si è infatti differenziata nel mercato finanziario come pioniera nel settore, grazie all'introduzione di metodologie e strategie innovative che le hanno permesso di diventare leader nel mercato.

Ma cosa richiede Findomestic per aprire le porte alla tua richiesta di finanziamento? Non esiste ovviamente una sola casistica, ed è per questo che andremo brevemente ad analizzare le varie opzioni.

Richiedere un prestito Findomestic: i documenti principali

Per richiedere un prestito personale Findomestic, sono necessari alcuni imprescindibili documenti.

  • Carta d'identità, passaporto o patente di guida del richiedente;

  • Codice fiscale (tessera sanitaria);

  • Documento di reddito da lavoro o pensione;

    Se avete a portata di mano questi tre attestati di fiducia, l'elenco principale dei requisiti è stato soddisfatto pienamente. Tuttavia, i documenti sopracitati non sono sufficienti per emettere la somma eventualmente richiesta. 

Richiedere un prestito Findomestic: ulteriori documenti

Tantissime finanziarie richiedono come documento la busta paga: ma è un requisito fondamentale anche per ottenere un prestito Findomestic?

Non sempre.

Non a caso, i prestiti senza busta paga Findomestic sono tra i più richiesti in assoluto. Qualora vi troviate in queste circostanze conviene approfondire (lo faremo anche noi in uno dei prossimi articoli).

Generalmente un contratto di lavoro a tempo indeterminato darà una forte accelerata alla vostra richiesta di finanziamento, in quanto, nonostante le incertezze del settore lavorativo in Italia, si tratta ad oggi (ahimè) della garanzia più solida per un istituto finanziario al momento di analizzare il profilo del richiedente.

Allo stesso modo, la pensione INPS ha lo stesso valore di un contratto a tempo indeterminato, in quanto favorisce immediatamente la concessione del prestito a pensionati.

È chiaro che un controllo più approfondito verrà effettuato su chi presenterà come requisito reddituale un contratto di lavoro a tempo determinato o un reddito di lavoro autonomo o da ditta individuale.

Qualche problemino in più si presenterà per le casalinghe, i disoccupati, per i protestati CRIF e per tutti i clienti senza busta paga.

Aggiungiamo che per i liberi professionisti c'è un requisito fondamentale per provare a richiedere il prestito, ovvero la presentazione dell'ultima dichiarazione dei redditi. 

Richiedere un prestito Findomestic: la cittadinanza 

I cittadini italiani possono richiedere un prestito Findomestic seguendo i requisiti finora riportati. Discorso diverso, invece, per i cittadini stranieri, che necessitano della presentazione di ulteriori attestati.

Requisiti necessari per la richiesta di prestiti Findomestic da parte di cittadini stranieri sono:

  • Documento di soggiorno se il richiedente è un cittadino extracomunitario;

  • Per i cittadini stranieri appartenenti all'Unione Europea sarà invece necessario presentare un certificato di residenza contestuale, attestazione di iscrizione o attestazione di regolarità di soggiorno.

Prestito Findomestic: la cessione del quinto 

Tuttavia, la richiesta di prestito con la maggiore probabilità di essere accolta è la cessione del quinto, in quanto la pratica verrà sveltita dall'addebito in busta paga (o sulla pensione) da parte del datore di lavoro (o dall'ente pensionistico) che darà il via libera a Findomestic.

Requisiti necessari, in questo caso, saranno sempre e comunque il documento d'identità e il codice fiscale, oltre a un contratto di lavoro dipendente o pensione, sul quale il datore di lavoro dovrà accordare a Findomestic la trattenuta automatica della rata mensile. 

Ti interessa richiedere un prestito Findomestic e verificare in maniera rapida e 100% online quale sia il prestito più adatto alle tue esigenze? Clicca subito sul pulsante qui sotto!

Ti è stato utile questo articolo. Potrebbe interessarti anche...

Può trattarsi di un insperato premio di produzione in ufficio, di un rimborso "pesante" sulle spese mediche effettuate, di un'eredità inattesa, o di qualcosa che a malincuore hai venduto perché non lo usi più, e ne hai ricavato un bel gruzzolo.

Comprare casa è sempre una decisione importante e in tanti si chiedono in effetti quale sia la soluzione migliore tra prestito e mutuo. In entrambi i casi ci sono pro e contro da considerare attentamente.

Vendere roba usata su app ormai famose tipo Vinted o Wallapop? Il sentire comune ritiene quest'attività esentasse. Se finora la situazione era un po' più tranquilla, dal 2024 i controlli stanno aumentando sempre di più e in tanti devono fare i conti con le nuove regole.

Cash360 è un blog
Non è un mediatore creditizio e non offre consulenza su prestiti e finanziamenti
Il proprietario di questo sito Web può essere ricompensato in cambio del posizionamento in primo piano di determinati prodotti e servizi sponsorizzati o del clic sui collegamenti pubblicati su questo sito Web. Tale compenso può influire su come e dove i prodotti appaiono su questo sito (incluso, ad esempio, l'ordine in cui appaiono).


Per gli argomenti trattati nel blog, Cash360 non è responsabile per raccomandazioni, sponsorizzazioni e recensioni. Tutti i servizi, i loghi e i nomi delle società citate nel blog sono marchi di fabbrica ™ o registrati® dai rispettivi proprietari.  Il loro utilizzo non significa né suggerisce l'approvazione, l'affiliazione o la sponsorizzazione di o da parte di Cash360 o loro.

Contatti | Informativa Privacy | Informativa Cookie | Gestisci Cookie | Diritti interessati | Idioma Español